Lo dice anche Wikipedia: “Il commercio di programmi per computer usati è in linea di principio legittimo”

Il parere favorevole della Corte Europea sul diritto di vendita e acquisto del software usato ha fatto molto rumore. A parlarne tante testate giornalistiche sia online che offline. L’ufficialità della notizia è arrivata anche su Wikipedia, che dedica un’apposita pagina sull’argomento. Il famoso portale enciclopedico della rete è inequivocabile: “La Corte di giustizia dell’Unione europea (CGUE) ha sancito in data 3 luglio 2012 che il commercio di programmi per computer usati è in linea di principio legittimo. La CGUE ha sentenziato che il commercio di software usato è ammesso anche se si tratta di software trasferito online. Ai sensi dei considerandi della sentenza, il principio di esaurimento del diritto d’autore si applica a qualsiasi prima vendita di software. La CGUE ha pure decretato che il secondo acquirente può scaricare di nuovo dal produttore le licenze del software trasferite online”.

Ciò che prima era una semplice notizia, adesso è una realtà di fatto, che apre nuove strade per le aziende europee, nonché nuove possibilità di business e saving per tutti coloro che vogliono accedere al nascente mercato del software usato.